venerdì 8 marzo 2013

Il TRENO DI CUBI... ovvero L'IDEA PIU' SCEMA DEL MONDO

Questa è un’idea veramente, veramente scema, che quasi mi vergogno a pubblicarla.
Ma mi ha salvato una mattinata, perciò magari può servire anche a voi.

Il fatto è che io ho un figlio Precisino. Del tipo ossessivo-compulsivo direi, ma non vorrei sollevare dibattiti psichiatrici. Che allinea perfettamente le schede delle lettere e i cubi di legno e se per caso li urti andando da una stanza all’altra con una cesta di panni sporchi in mano è capace di inscenare crisi isteriche e drammi che neanche Shakespeare. Che tempera le matite con accanimento, controllando la punta una ad una. E che vuole le storie raccontate esattamente nello stesso modo e con lo stesso ordine, anche quando le invento io ed ho il sacrosanto diritto di cambiarle, altrimenti puntualizza e corregge.

In breve, l’altra mattina il Precisino aveva allineato i cubi di legno nel pavimento della sala e li guardava sconsolato borbottando un mesto ciuf-ciuff.
C’ha pensato un po’ su e Mammaaaaa!!
Che c’è amore?
È un treno! Ma non si “move”!
No, amore, è fatto coi cubi, non ce le ha le ruote per muoversi!
Ecco, a questo punto ho visto la scintilla pazzoide accendersi dietro i suoi occhi e sono corsa ai ripari. E’ una di quelle situazioni in cui, dietro un sorriso forzato da paresi facciale, il cervello lavora e fuma come una ciminiera, avete presente? Possiamo farlo muovere, vuoi?

E così l’abbiamo fatto muovere. Con tre strisce di cartoncino, due fermacampioni e uno spago.
Tutte quelle scene per la rivoluzione industriale e bastava così poco…

Una volta costruita la "piattaforma snodabile" (chiamiamola così giusto per darci un tono), è sufficiente metterci sopra i cubi - rigorosamente allineati e in equilibrio, non sia mai che cadesse qualche pezzo durante il viaggio - e tirare delicatamente lo spago. 
Da non dimenticare, ovviamente, l'adeguato sottofondo sonoro: ciuff ciufffff...


Le varianti sono infinite: treno passeggeri, treno merci, fino ai trasporti speciali...


...in ogni caso non vi è permesso alzare gli occhi al cielo: l'avevo premesso, io, che sarebbe stato un post veramente ma veramente scemo!!

9 commenti:

  1. Ahahaha!!! La scintilla pazzoide negli occhi!!! Ce l'ho presente tantissimo!!!! Genio! ;)

    RispondiElimina
  2. Fantastico!! Geniale! E secondo me MacGyver è una mezza sega in confronto alla cretività che un genitore sa tirar fuori pur di spegnere la scintilla pazzoide!!

    RispondiElimina
  3. un'idea che raggiunge l'obiettivo non è mai scema :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. WOW... detta così è tutta un'altra cosa in effetti!!! :-D

      Elimina
  4. ma pensa un po'... a me sembrava davvero una scemata e qui mi innalzate agli onori del nobel... allora è vero che il genio è incompreso... soprattutto da se stesso!! :-P
    comunque noto con piacere che la scintilla pazzoide è cosa diffusa... quell'attimo infinitesimale che separa il sorriso dalla crisi isterica e in cui tutto, ma davvero tutto è possibile...

    RispondiElimina
  5. Bellissima idea! Ma lo sai che noi invece abbiamo i cubi che si attaccano? Sono bellissimi, li ha regalati mia zia al piccolo. Non faccio pubblicità di solito, ma meritano e li devi proprio vedere! http://www.illeccio.com/page.php?lang=it&product_id=23

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastici!!! :-) non li conoscevo e in effetti ci si può fare tantissime cose... ma sono proprio una cosa da farsi regalare da zie generose!!! :-P (a parte che anche quella che abbiamo noi, che è la versione ultra-basic, c'è stata regalata dagli zii!!!)

      Elimina
    2. Ah non ho guardato il prezzo, ma conoscendo mia zia in effetti...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...