mercoledì 25 settembre 2013

DIY miniPROJECT: gli STICKERS per un armadio "a modino"

Questa è un'idea veramente scema ma se avete un marito come il mio è utile se non indispensabile.
Uno di quelli che ti chiede dove sono le mutande del nano per la ventesima volta in dieci giorni;
uno di quelli che infilano - sempre al nano - striminzite magliettine a maniche corte anche con 15 gradi, perchè non sono riusciti a trovare quelle a maniche lunghe;
uno di quelli che non riescono a capire la differenza tra vestiti-vecchi-per-stare-in-casa e vestiti-decenti-per-uscire;
uno di quelli che se li mandi a prendere - che so - una sciarpa, devi poi spedire mezz'ora dopo una squadra esplorativa, per tirarli fuori dai resti di quello che era stato, un tempo, un armadio ordinato.

Ecco, se avete un marito così la cosa vi potrebbe interessare.
Se non ce lo avete, allora siete pregate di mentire, spudoratamente. Giusto per farmi contenta, please.

Comunque l'idea era quella di segnare in modo semplice, inequivocabile e a prova di maschio il contenuto dei vari cassetti del nano. Magari non rovinandoli, i cassetti in questione. 
Così sono nati loro:


Realizzarli è semplicissimo, roba da due minuti:


Devo ammettere che i risultati sono strabilianti: ormai nemmeno una chiamata dai piani alti, quando è il babbo a vestire il nano. Resta da capire se è il babbo, ad aver capito come funzionano gli stickers e quindi l'armadio, o è Tommaso a dirgli dove trovare le varie cose. :-)

Credo che presto creerò una versione anche per il nostro armadio, dove lo scotch di carta non attacca... così forse Valerio la smetterà di andare in giro con vecchie magliette sbrindellate che tengo lì solo per quando deve verniciare la ringhiera... nel frattempo, godetevi l'armadio dei piccoli - almeno quello - "a modino"!

p.s. "Armadio a modino" significa ovviamente "armadio ordinato, messo bene". Viene dritto dritto dai tempi dell'università quando la mia coinquilina lucchese ci ammoniva: "fate a modino!"

30 commenti:

  1. dai io mentirò a metà... il mio maritino è solo un pochino come tu descrivi il tuo... lui mi accusa sempre di cambiare posto alle cose. comunque la tua è un'idea geniale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che quella - cioè il fatto che io cambio posto alle cose - è anche la scusa di valerio, ma essendo questo post scritto da me ovviamente dovevo dare la colpa a lui!! :-D
      Comunqe sì, anche ammettendo che ogni tanto cambio posto alle cose, lui ha a memoria di un novantenne (messo male), se gli ci vogliono due mesi per imparare i posti nuovi!!! :-O

      Elimina
  2. Qualcosa di estreeeeemamente utile a tutte noi!
    Un'altra tu ottima idea! Grazie!

    E fai a modino, eh! ;-)

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. è veramente motlo bella e utile questa idea. E anche i disegnini sono adorabili.

    RispondiElimina
  4. Bella idea! Ma tu sicuramente hai una marcia in più a disegnare!
    Ciao Moni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dai, a questo livello ci arriva chiunque!! :-D

      Elimina
  5. fine estate, sera fresca :" Antò vista che torni di sopra, prendi il cardigan a righe blu e verdi per il nano" ( maschio anni e mezzo, ndr).
    lui scende con : cardigan a rigoni BIANCHI E AZZURRI della nana (femmina 1 anno e mezzo, ndr). No ma dico ci sei o ci fai?. Elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono. Non lo fanno apposta, poverini, è che proprio non ci arrivano... :-)

      Elimina
  6. Ma uffi!! io non faccio disegni belli come i tuoi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. p.s. quando sono stata in ospedale dopo il parto del terzo mi sono vista arrivare la pupazza con i vestiti del fratello e il nano con il pigiama... gli uomini sono veramente un mondo a sè!

      Elimina
    2. non ci credo... :-D (cioè, ci credo purtroppo, ma non è possibile!!!)

      Elimina
  7. Buahahahahah! Poveri papà, nemmeno col navigatore saprebbero orientarsi nell'armadio dei bambini!!! Comunque i tuoi stickers sono stupendi, e secondo me replicabili con altri meravigliosi soggetti... mi hai fatto accendere una mega lampadina, mi sa che ho trovato cosa fare per questi giorni di riposo forzato...! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedere vedere vedere... sono curiosa...
      Perchè sei a riposo forzato? Tutto ok? :-O

      Elimina
    2. Sì cara, grazie! Sono solo un po'... INCINTA!!! :) Mi avevano messa a riposo per un po', ora spero di uscirne a breve!!! :)

      Elimina
    3. Tanti tanti auguri!!! (beata!!!) E' contenta la Polpettina? Beh probabilmente ora non se ne renderà molto conto, ma da grandi giocheranno insieme che è una meraviglia!!! :-D

      Elimina
    4. :) Polpettina è ancora ignara di tutto... ogni tanto le buttiamo lì il concetto di fratellino, ma ci guarda con occhioni sgranati... è troppo piccola per capire... capirà solo quando lo vedrà, immagino... e spero proprio che da grande si faranno compagnia! :)

      Elimina
    5. Beh, lei è davvero troppo piccola, cmq secondo me a qualsiasi età non ti rendi conto davvero di quello che sarà (e che comporterà, in termini di minore tempo e attenzioni dei genitori per te) un fratellino...
      Per dire, io avevo cinque anni e volevo da morire una sorella... poi quando è venuta l'avrei buttata dentro un cassonetto!!!

      Elimina
  8. no, vabbè, è a dir poco geniale nella sua semplicità!! e poi i disegnini che hai fatto sono fantastici!

    RispondiElimina
  9. Un'idea geniale ma semplice...Forse le cose geniali sono le più semplici?! Grande idea!

    RispondiElimina
  10. ma sono tutti così i maschi?? armando riesce anche a non capire se un pantalone è di matteo (4anni) o di pietro (2 anni) oppure a infilargli magliette del pigiama per uscire!!
    la tua idea è più che utile...magari quando avrò una chiara distinzione dei cassetti (ovvero più mobili!) la userò. può essere utile anche ai piccoli, che così sarebbero più autonomi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si infatti tommaso si è subito appassionato: "ora metto le mutande che sono nel primo cassetto... le calze dove sono? il pigiama lo trovo lì, i pantaloni di là...". il suo problema è che non riesce ad arrivare a tutti i cassetti, ma la curiosità e l'interesse per come si fa a vestirsi sono nati... :-)

      Elimina
  11. Sei fantastica! come ti capisco!!!!! neanche se ce l'ha lì, sotto il naso, lo vede quello che cerca!

    RispondiElimina
  12. Troppo belli questi stickers!!!e facci sapere se l'uomo ha compreso ;)
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uomo, per vendicarsi di questo post poco lusinghiero ma - l'ha dovuto ammettere anche lui - assolutamente veritiero, ieri sera mi ha nascosto lo zucchero a velo, per far fare a me la figura di quella che non trova niente.
      Il tutto davanti ai suoceri, che per fortuna sono persone che non si scandalizzano per cose del genere... :-D

      Elimina
  13. Bello :) mi viene solo una domanda, scema magari, ma se attacco lo scotch sulla carta forno poi devo metterne un altro strato per attaccarlo ai cassetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, la carta forno ti serve solo per poter mettere lo scotch su una superficie piana, in modo da disegnarlo meglio. se però tu lo attaccassi, che so, sulla carta normale o su un piano, dopo lo scotch si porterebbe via la carta o comunque perderebbe un po' di colla... invece sulla carta da forno si stacca facilmente e rimane comunque adesivo per poterlo attaccare sull'armadio. (è un po' il principio del nastro biadesivo, che ha quella pellicola arancione che si stacca... ecco, la pellicola arancione qui è la carta da forno)

      Elimina
    2. Grazie :) sicuramente lo proverò dato che sembra che nessuno si ricordi dove metto le cose, eppure sono sempre li eh?? :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...