mercoledì 3 ottobre 2012

STENCIL per bambini


L’idea, come spesso accade, è stata di Valerio. E, come invece accade più raramente, l’ha anche realizzata. :-P
Sia chiaro (non lo dico per sminuirti amore, lo so che sei bravisssssimo!!!), era proprio una cavolata. Ma, onore al merito, lui l'ha pensata e ha trovato il materiale perfetto per farlo. Cioè i cartoni del latte. Aperti, lavati e tagliati. Del resto, dopo aver usato i tappi, dovevamo trovare il modo di riutilizzare anche il resto, no? E i cartoni del latte sono proprio perfetti, perchè più duri e resistenti del cartoncino normale.

È bastato ritagliare col taglierino una forma al centro del cartone ed ecco ottenuto uno stencil a prova di duenne.
 

Il duenne, una volta capito il meccanismo, ha colorato e riempito le forme, entusiasta nel vedere uscire dai suoi scarabocchi, per la prima volta, una forma definita.

Ora, io lo so che bisogna favorire la creatività dei bambini, lasciarli liberi di esprimersi eccetera eccetera, ma credo anche che i bambini, oltre all'indubbio piacere di scarabocchiare e sporcarsi in libertà, abbiano un senso estetico e un'abilità precisa nel riconoscere e collegare disegni e "cose reali".
Per questo riuscire a fare, invece delle solite linee e cerchi, qualcosa di preciso e riconoscibile, gli ha dato enorme soddisfazione.


Ecco qualche risultato: 


La procedura è semplice e ve l'abbiamo mostrata.
Potete facilmente seguirla anche voi e fare i vostri stencil personalizzati, con le immagini che piacciono di più ai vostri duenni (i pesci per noi sono un must!). 
Senza contare le varie, possibili declinazioni: stencil-abete per far realizzare al nano i bigliettini di Natale, stencil-cuore per autocelebrarvi per la festa della mamma, stencil-chiave-inglese per far sentire il babbo un vero omo de casa e così via.

Unico inconveniente: non è un'attività che a 2 anni possono fare da soli (anche se abbiamo fondate speranze per il futuro!), ma serve almeno una delle vostre mani per tenere fermo lo stencil. Ciò non toglie che nel frattempo non possiate leggere, provare a far risorgere i vostri addominali, cazzeggiare tra siti e blog o addirittura, se siete particolarmente abili e discrete, provare a lavorare...

Detto questo... buona colorazione a tutte/i!

francesca (e valerio... non potevo lasciarlo fuori, no?!?)

8 commenti:

  1. Eh no, non potevi lasciarlo fuori! Ha avuto una bellissima idea e i risultati lo dimostrano!Però, lasciamelo dire, questo duenne ha un senso del colore che non è da tutti: guarda che belle tavole ha fatto. Da cornice!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu dici? in realtà la tendenza (che si può vedere nel foglio coi pesci, che è l'ultimo dei tre) era di fare "tuto niiiro"... ho dovuto mordermi la lingua per non interferire e non correre a chiamare uno psichiatra infantile... del resto io da piccola cancellavo compulsivamente gli occhi (solo gli occhi!) alle persone nelle riviste... quando si dice "il sangue non è acqua"... :-P

      Elimina
  2. Sai che ti dico? Mi diverto molto a vedere le interpretazioni che Puki da' ai suoi primi paciocchi, oggi ha fatto un puntino con mezzo trattino a 10 metri di distanza e mi ha mostrao fiero il suo topo... ma piace un sacco anche questa idea degli stencil e non ci vedo nulla di male ad alternare le due versioni! Spero che anche Puki capisca il meccanismo perchè mi sa che gli addobbi dell'albero di natale li facciamo così: stelle, abeti, e magari pure i pesci, why not!??
    Che dici?Bacione
    P.S. cancellavi gli occhi alla gente??? Apperò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alle decorazioni per l'albero non c'avevo pensato!!!! ecco, lo vedi? sei un genio!! te lo dico sempre!!!

      Elimina
  3. Ahahah Francesca, rido per la tua risposta al commento di Marshall, quando hai detto che difronte alla volontà di Tommi di fare "tuto niiiro" volevi correre a chiamare uno psichiatra infantile!! anche Sara, naturlamnete dopo il suo amato giallo predilige il nero, e mi sono chiesta anche io come mai, forse amano gli assoluti??
    Valerio ha avuto una bellissima idea...da copiare anche per i treenni e i quattrenni secondo me, e forse pure per i cinquenni!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi abbiamo cercato di spiegarcelo col fatto che il nero "riempie" di più la pagina rispetto a un colore più chiaro... ma mi sembra molto debole, come tentativo di evitare il suddetto psichiatra infantile... :-P

      Elimina
  4. Che famiglia di geni!!!
    E che dire di Tommaso, beh beh beh!!! Ci credo che nutri fondate speranze sul futuro! Qui invece di artistico c'è ben poco... si parla solo di correre, macchine, palloni e basta! Beh, assecondiamoli, non credo si faccia male!!! :-0

    RispondiElimina
  5. Ciao sono Silvia del Blog dizuccheroedaltrestorie, intanto complimenti per i tuoi lavori che segue sempre con interesse.Ti chiedo una cortesia, sto partecipando in coppia alla bravissima Martina, al contest "l'unione fa la torta", se ti fa piacere puoi votare il nostro lavoro (che individuerai col logo e nome del mio Blog) con un mi piace e condividere con i tuoi amici il tuo voto alla seguente pagina facebook: http://www.facebook.com/pages/DolcefarDolci/177659155603626?ref=ts
    Grazie Grazie
    Silvia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...