giovedì 16 aprile 2015

Le strade dei nostri VIAGGI

Sono giorni strani questi.
Pieni di lavoro e sonno e fatica, con equilibri ancora da trovare tra un quattrenne estremamente geloso e una piovra di nove mesi che fa tutto suo, dai Lego alle mie braccia.
Giorni pieni di sole, finalmente, e trovarlo ancora alto e caldo alle otto di sera è un regalo bellissimo, una carezza, un abbraccio. Che canto camminando per la strada, dalla contentezza.
Giorni di ritorni a casa, ipotesi e progetti.

In tutto questo, il blog si è preso una pausa. Eppure di cose da raccontare ne avevamo tante.
Una è questa qui, nata come regalo di compleanno per il paterfamilias, che da sempre ha la passione per le mappe.

Questa, di mappa, è un po' particolare, perché non rispetta esattamente proporzioni e distanze, ma dilata oceani e spazi bianchi per far posto ai nostri ricordi: è la mappa dei nostri viaggi, dove annotare i posti dove siamo stati da quando ci conosciamo, il quando e il come. 
Lui avrebbe voluto dipingerla su tutta la parete e collegare ogni paese con una foto di quando ci siamo stati, ma la megalomania non trova spazi sufficienti, in questa casa, e molte altre cose richiedevano il loro spazio...

lunedì 23 marzo 2015

La GHIRLANDA di primavera (2015 edition)

La primavera 2015 per noi è iniziata in modo disastroso, con un febbrone da cavallo che ha colpito il nano e che non vuole ancora saperne di passare. 
In questi giorni di clausura forzata, preoccupazione e tachipirina come se fosse acqua, un po' di colore e di relax ce li siamo concessi con una ghirlanda allegra e a prova di nano: saluto alla primavera appena arrivata e una sentita esortazione fare il suo dovere, portando via virus, batteri e compagnia bella di cui, francamente, non se ne può più.
Ecco quindi a voi...

giovedì 19 marzo 2015

FESTA DEL PAPA'...free printable X GC!

SE siete come me sempre in ritardo,
SE vi siete ricordate della festa stamattina quando lui era ormai partito per il lavoro,
SE i nani non hanno voglia di colorare o al contrario ne hanno moltissima,
SE vi piacciono gli orsi, gli alberi azzurri e le linguacce
SE adorate i papà della vostra vita e non la smettereste mai di farvi stritolare dai loro abbracci
 allora...

questo è il biglietto che fa per voi!
Venite a dargli una sbirciata
(rullo di tamburi prego)

...mica ho detto robetta, eh?!? :-D

giovedì 12 marzo 2015

We LOVE rugby (part 2): le BANDIERINE DIY

Domenica il nano ha avuto il suo secondo concentramento.
Per i non addetti ai lavori, dicesi "concentramento" una specie di torneo tra più squadre di rugby concentrato in un solo giorno, insomma una specie di ammucchiata di nani sovreccitati, allenatori col mal di gola, birilli e palloni che volano ovunque. 
Pezzo forte: dopo si mangia tutti insieme, allenatore, bambini e genitori. Un "terzo tempo" analcolico insomma.

Non farà finta che il nano abbia dato una prova atletica al di là delle nostre aspettative, che abbia un talento fuori del comune e blablabla. In cinquanta minuti non è ruscito a toccare un pallone e ha passato la metà del tempo a sbaciucchiarsi con Ginny e Ettore. Però s'è divertito un sacco.
E, dato che siamo tutt'altro che esigenti sul fronte "prestazioni sportive", non ne abbiamo fatto un dramma anzi, io e Olivia ci siamo fatti due risate guardandolo saltellare e sventolando bandierine diy.  


Le bandierine fatte in casa sono facili e velocissime da costruire (io le ho fatte in 5 minuti sopra una panca, mentre il nano si vestiva), sono utilizzabili per compleanni, partite e ogni volta che serva un tocco di allegria e infine sono inaspettatamente gradite anche ai più grandi. Le mie sono state sequestrate da ragazzini di 9 e 12 anni, per dire.

domenica 8 marzo 2015

We LOVE rugby (part1) - intervista tripla

Chi ci segue da un po' lo sa, che da noi è rugby-mania. 
Prima erano solo le partite alla tv, 
poi siamo passati ai biglietti per il 6 nazioni come regalo fisso per Natale (il che ha comportato per la sottoscritta un sacco di pensieri in meno e una bella giornata libera ogni marzo), 
da due anni poi Valerio allena e gioca e quest'anno infine è stato il turno del nano.

Quando parliamo del nano a rugby veniamo alternativamente
- considerati molto fighi e anticonformisti per non aver ripiegato sul solito calcio
- considerati degli scervellati imprudenti che si troveranno quanto prima un nano con ossa e naso fratturati e sarà tutta colpa nostra.
Personalmente oscillo equamente tra entrambe le posizioni ma in ogni caso il rugby ci piace, ci piace tanto. Ed ecco perché...

E voi? Che sport fate fare (o non fate fare) ai vostri figli e perché?

venerdì 27 febbraio 2015

6 IDEE per sviluppare la manualità fine


Eccoci qui, un'altra settimana è andata e noi vi salutiamo con un post veloce veloce, una raccolta delle attività che abbiamo sperimentato in questi anni per sviluppare la manualità fine del nostro ormai quattrenne, la benedetta "presa a pinza" per intenderci. Anche detta "la matita non è una zappa".
Ancora siamo lontani dalla perfezione, ma tutto sommato sono stati fatti grandi progressi e il merito è anche di queste attività qui...

domenica 22 febbraio 2015

DESIGN for kids: la TENDA DEGLI INDIANI diy

Non farò finta che è una cosa facile perché non lo è. 
O per lo meno non lo è stata per me, che ho impiegato tre giorni interi alla macchina da cucire, buttato non so quanta stoffa per calcoli sbagliati (per fortuna la stoffa viene tutta da una vecchia tenda di mia nonna, inutilizzata da anni, e per fortuna mia nonna ha le finestre molto, molto grandi), ordinato due volte le aste di legno, sempre per gli stessi motivi, e apportato non so quante modifiche in corso d'opera per evitare che: la tenda crollasse appena ci si entrava dentro - il bordo superiore scivolasse giù - il bordo inferiore si sollevasse su - eccetera eccetera.

Insomma, tutto spingerebbe nella direzione del "non ne vale la pena". 
Se non che, è troppo, troppo bella. 
Sto parlando di lei...

giovedì 19 febbraio 2015

Storia di QUATTRO LIBRI e dell'ILLUSTRATRICE che li disegnò (x White Star Kids)

Voleva essere un post trionfale, con squilli di trombe e rulli di tamburi, 
invece viene in ritardo, contornato da abbondanti occhiaie e da quell'aria giallognola e malaticcia che ti si appiccica addosso al terzo virus influenzale nell'arco di un mese. 
Comunque, nonostante tutto, potervi finalmente raccontare i primi 4 libri a cui ho lavorato lo scorso anno per White Star Kids mi rende molto, ma molto felice. Si vede? :-)