sabato 19 aprile 2014

Buona Pasqua

La Pasqua è roba da duri, lo so. 

Bisogna resisere all'ondata di cioccolata che invade tutte le case dotate di nani in età preadolescenziale - e, adesso che sono tornata a un peso/accrescimento decente e la mia pancia non sembra più sproporzionatamente grossa, RESISTERE alla cioccolata non è un consiglio, nemmeno una prescrizione medica, ma è un comandamento divino.
Bisogna resistere ai nani a casa da scuola e io che a settembre mi lamentavo del fatto di non essere pronta a "perdere" il mio treenne per sette ore al giorno, adesso soffro queste giornate lunghissime e tremo al pensiero delle vacanze estive.
Bisogna resistere ai pranzi coi parenti, ai soggiorni forzati a casa dei nonni, ai vestiti in valigia e ai qua-e-là in macchina.

lunedì 14 aprile 2014

Homemade TOYS: il nano fa MERCATO

Pare che a scuola giocare al mercato sia il top del divertimento, il non plus ultra dello sballo.
E fare la parte del negoziante il massimo dello status sociale.
Tommaso, timido treenne inserito in una classe mista, ovviamente è ben lontano dal raggiungere tali vette di popolarità e, messo in riga dalle gerarchie scolastiche e dall'insospettabile nonnismo delle cinquenni, deve accontentarsi del misero ruolo di cliente.

Ma poteva la sua mamma, memore di quando anche lei giocava al negozio, al ristorante e al gelataio, lasciare insoddisfatto tale primario bisogno o quanto meno non tentare di colmare questo deficit di autostima? Ovviamente no. :-)
Ed ecco così che abbiamo creato, in poche mosse e solo con "ingredienti" recuperati in cucina, un mercato diy per esperti negozianti!

 Se anche voi volete provare il brivido dello shopping casalingo (perché vi toccherà esclusivamente la parte delle clienti, sappiatelo), ecco cosa vi serve e come fare...


giovedì 10 aprile 2014

Si mangia (anche a primavera)! I FIORI DI FRUTTA

In questa settimana di ennesima influenza del nano e in cui il mio corpo ha penosamente capitolato sotto gli spietati colpi della gravidanza (pancia:1 - francesca: -30), noi cerchiamo di tirarci su con una ricettina facile facile per le merende dei nani. 
In realtà chiamarla ricetta è decisamente esagerato, è più che altro un espediente per accoppiare fiori e frutta e riuscire a fare, una buona volta, una merenda senza cioccolata o crackers.
Corro quindi a presentarvi lo stuzzichino più facile che ci sia, infinitamente variabile e pronto in 3, semplicissime mosse...


venerdì 4 aprile 2014

Mea culpa.

Questo post lo scrivo perché non sempre è tutto rose e fiori come sembra dalle pagine dei blog. 
Ma soprattutto per ricordarmi di quanto sono stata stupida. Cieca. Ed egoista. E la lista sarebbe ancora lunga.

Perché è vero che sono stanca, che è da mesi che sono immersa fino al collo in un lavoro pesante con una pancia che pesa ogni giorno di più, che comincio ad avere il mal di schiena e ricordi più precisi di cosa mi aspetta di qui a qualche mese, ma quello che ho fatto, quello che mi è sfuggito finora è talmente grosso che mi prenderei a schiaffi.

mercoledì 26 marzo 2014

Le OSSESSIONI dei treenni

 Di recente ho scoperto le ossessioni dei treenni. Ed ho scoperto che sono roba seria.
Del tipo che il mio rileggere per la settima volta l’intera saga di Harry Potter - nonché essermi iscritta al sito Pottermore ed aver esplorato compulsivamente Diagon Alley e la Camera dei segreti - è, al confronto, roba da dilettanti. 
Io che raccolgo qualsiasi scarto e pezzettino di plastica perché non si sa mai a cosa potrebbe servire? Bazzecole. 
Mia madre che si lancia nell’ennesimo progetto di ristrutturazione del giardino o, in mancanza di quello, decide di ridipingere la facciata? Mio padre che cerca ceramica in qualsiasi posto visiti? Quisquilie e pinzillacchere. 

Quando un treenne individua l’Oggetto dell’Ammore non si tratta di un semplice interesse, di blanda passione, di sana curiosità. No, no, sono cavoli amari.
Cavoli riassumibili nell’acronimo SOIREE, alla francese, tanto per sottolineare che le vostre serate (ma anche le vostre mattinate, i vostri pomeriggi e, nei casi più tenaci, anche i vostri incubi) da quel momento in poi saranno infestati dall’Oggetto dell’Ammmore di cui sopra. Nei nostro caso dai dinosauri.
Cosa significa SOIREE? Ecco qui:

giovedì 20 marzo 2014

Kid's ART: GHIRLANDA di primavera

Buonissima giornata a tutti. 
Oggi fuori c'è un sole splendente, ho mandato il nano a scuola senza giacca (terribile azzardo, lo so) e mi sento piena di spirito primaverile. Tanto che mi sto preparando all'eroica impresa del cambio dell'armadio.
Ma giusto per rimandare un po' la singolar tenzone - io contro i ragni e i vestiti che non mi stanno più - perdo un po' di tempo a pubblicare questo post tutto primaverile, dedicato alla stagione che arriva domani e che non ho mai mai MAI atteso con così tanta impazienza e gioia.
Non so... di solito a me la primavera mette un po' di malumore, perché mi aspetto sempre che delle giornate di pioggia deludano il mio bisogno di sole e vitamina D... comunque quest'anno ne ho così tanto ma tanto bisogno che sono pronta a tollerare anche gli eventuali ritorni di fiamma dell'inverno, gli occasionali acquazzoni, i giorni bigi di nuvole. 
Basta che comunque, in fin dei conti, sia primavera.

Ecco quindi un progettino facile facile, ispirato e realizzato per gran parte da Tommaso che, non contento di decorare l'intera classe con ghirlande e fiorellini appesi, ha deciso di voler fare la stessa cosa anche a casa.
E questo è quello che ne è uscito...

martedì 18 marzo 2014

Idea last-second per la FESTA DEL PAPA': CAKETOPPER SuperDaddy

 Come al solito in ritardissimo, pubblico un'idea last second per la festa del papà
un caketopper da colorare e personalizzare, per decorare quel tortino tristanzuolo che siamo riuscite a sfornare negli unici quindici minuti di tempo libero. 
Cioè, io ancora non l'ho fatto, il tortino, ma ne ho tutta l'intenzione, promesso.

A voi l'arduo compito di scaricarlo (basta cliccare sull'immagine qui sotto) e stamparlo.

A voi anche la decisione se usarlo effettivamente come caketopper o come segnalibro, come bigliettino di auguri eccetera eccetera.
Ai nani tutto il resto, compreso il diritto di precisare che è "la festa del babbo, non del papà!" e che il suo, di babbo, i capelli non ce li ha mica così!!

venerdì 14 marzo 2014

Esercizi di scrittura free-printable: LETTERE e NUMERI

Dato che la passione del nano per le lettere dura ormai da oltre un anno, 
dato che questo gioco e i quotidiani messaggi alle nonne su skype non bastavano più, 
ci siamo inventati una scheda con lettere e numeri da ripassare e colorare. 
Gratuita e infinitamente stampabile, la trovate QUI, pronta per essere scaricata.
Buona scrittura e buon finesettimana a tutti!


Enjoy!

martedì 11 marzo 2014

Giochi di PRECISIONE: le COLLANE di pasta

Dei notevoli benefici di infilare perle su un filo avevamo parlato già qui, però poi il nano si era annoiato di perle grosse e filo spesso e soprattutto di un'attività che tutto sommato era senza scopo e quindi avevo messo via tutto. Tanto ormai era una cosa che aveva acquisito, no?!? 
E invece no. 
Pare che se non viene esercitata un'abilità si perda, pensa un po'...

Così, da quando è venuta fuori l'esigenza di esercitare la manualità fine, abbiamo ripreso la nostra attività di apprendisti gioiellieri per creare loro...

 

martedì 4 marzo 2014

DIY PROJECT: il SALVADANAIO per piccoli risparmiatori

Oggi parliamo di soldi!! Come gestite voi l’argomento coi vostri nani?
A me sarebbe piaciuto l’approccio pragmatico-remunerativo, alias “tu fai questo lavoretto, io ti do un soldino”. Così il nano impara che il denaro va guadagnato, che non è qualcosa che piove dal cielo, che è frutto di uno scambio e tante altri bei discorsi e teorie che ho accumulato nel corso di anni e letture qua e là. 
Con l’inconveniente che alcune cose, tipo mettere a posto i giochi, aiutare a sparecchiare eccetera, vorrei che venissero fatte non perché ti pago ma per… ehm… senso del dovere? Spirito collaborativo? Siamo-una-famiglia-e-ci-dividiamo-i-compiti? 
Occhei, ridete, me lo merito.

Comunque, finora quello che è venuto fuori a proposito di denaro è: “Guarda, hai qualcosa dentro l’orecchio… (mossa da prestigiatore da due soldi, che anche un treenne la dovrebbe scoprire) ...toh’, un soldino!” E giù il nano a ridere, a guardarti a bocca aperta e a scuotere la testa per farne uscire altri. 
Con tanti saluti all’approccio pragmatico-remunerativo.
Colpa di Valerio, sia chiaro.

Ma dato che, per un motivo o per un altro, l’accumulo di centesimi è iniziato e il nano sembra particolarmente entusiasta di monitorare la sua presunta ricchezza e di sentirsi un Paperone bambino, è nato lui…